Video | Misure di Prevenzione e Protezione nei Locali e nelle Aule Il progetto "Imprese aperte, lavoratori protetti" e la riapertura di attività produttive, scuole e impianti sportivi

Le disposizioni del Politecnico - ultimi aggiornamenti

Relativamente alle recenti disposizioni del DL 111/2021, in attesa dell’emanazione di specifiche norme  o Linee Guida di applicazione in ambito universitario, per quanto riguarda il PTAB, si precisa che:

  1. la presenza o assenza continua ad essere gestita attraverso i consueti processi implementati attraverso l’applicativo Info-Point, nonché tramite l’interazione tra il dipendente, il responsabile della struttura di afferenza e l’area RUO
  2. per situazioni puntuali e momentanee per le quali il soggetto sia in attesa di ricevere il Green Pass o Certificazione di esenzione alla vaccinazione, qualora la situazione sia generata da oggettivi ritardi che ostacolano il rilascio dei suddetti certificati, il soggetto potrà  informare il responsabile della propria struttura e concordare con lo stesso le modalità di svolgimento della propria attività
  3. rimangono valide e inalterate tutte le disposizioni in materia di contenimento del contagio e le attuali linee guida per lo svolgimento dell’attività lavorativa in modalità agile.

Si ricorda che per situazioni generate da particolari questioni di carattere sanitario, è possibile interpellare il medico competente al fine di verificare se sussistono le condizioni di fragilità, come previsto dal art.2 del Protocollo Covid di Ateneo, per  l’estensione dello svolgimento dell’attività lavorativa in modalità agile.

A TUTTO IL PERSONALE

Care colleghe, cari colleghi,

come noto, dal 1° settembre entrano in vigore nuove disposizioni per prevenire il contagio da SARS-CoV-2, in base alle quali tutto il personale universitario e tutti gli studenti devono possedere e sono tenuti ad esibire la certificazione verde COVID-19, il c.d. "Green Pass" *.

Nella prospettiva da sempre perseguita dall’Ateneo del massimo sostegno alla campagna di prevenzione del rischio di contagio e al supporto dei lavoratori, si ritiene anche in questo caso importante applicare prontamente la normativa, che mira a tutelare la salute pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza finalizzate ad agevolare lo svolgimento delle attività didattiche e curriculari in presenza e, nel contempo, salvaguardare la sfera sociale della intera comunità universitaria che frequenterà dal 1° settembre l’Ateneo.

Pertanto, a partire dal 1° settembre, tutto il nostro personale e tutti gli studenti potranno accedere ai locali dell’Ateneo solo se in possesso di Green Pass o di “Certificazione di esenzione alla vaccinazione anti-COVID-19” rilasciata secondo i criteri definiti dal Ministero della salute.

La normativa indicata prevede l’obbligo per l’Ateneo di verificare il rispetto delle nuove prescrizioni, quindi, oltre ai consueti controlli per l’accesso alle nostre sedi, verrà accertato il possesso del Green Pass o del Certificato di esenzione.

I soggetti interessati da tali prescrizioni sono:

  • il personale docente e ricercatore, il personale tecnico amministrativo e bibliotecario, i docenti e i collaboratori didattici a contratto, i borsisti, gli assegnisti di ricerca, i collaboratori, i tirocinanti
  • gli studenti iscritti a qualunque corso universitario compresi dottorati, master, corsi di perfezionamento, scuole di specializzazione o altro

Come auspicato dalle Linee Guida del Co.Re.Co. (Comitato Regionale di Coordinamento), per favorire la più ampia possibile tutela delle persone che lavorano presso le nostre sedi, l’Ateneo sta valutando le modalità migliori per sensibilizzare anche il restante personale che a vario titolo opera stabilmente all’interno dell’Ateneo.

Le verifiche della certificazione saranno effettuate ai varchi di ingresso da personale opportunamente istruito e delegato, utilizzando esclusivamente strumenti  aderenti alla normativa sulla privacy (attualmente l’applicazione VerificaC19).  Nei confronti degli studenti le verifiche potranno essere effettuate a campione.

Poiché la campagna vaccinale non ha raggiunto ancora la totalità della comunità universitaria e considerato che il Green Pass viene rilasciato anche a seguito di test antigenico con esito negativo (validità 48 h) , l’Ateneo, in collaborazione con la Regione Piemonte e l’Università di Torino, si è attivato per promuovere, insieme  all’hub vaccinale, anche un servizio di esecuzione, a prezzi agevolati, dei test antigenici per studenti e operatori degli Atenei. Si riporta pertanto in calce una lista aggiornata di centri nell’area metropolitana application/pdf (1,55 MB) dove effettuare tale test.

Si ricorda infine che la norma prevede che il mancato rispetto degli obblighi da parte del personale sia considerato assenza ingiustificata e, a decorrere dal quinto giorno di assenza, tenuto conto delle caratteristiche e delle specificità della prestazione lavorativa del personale, il rapporto di lavoro sarà sospeso e non saranno dovuti la retribuzione, né altro compenso o emolumento, comunque denominato.

Il Politecnico di Torino, insieme alle Università e gli Istituti AFAM del Piemonte continuano l’azione di prevenzione e tutela della salute e della sicurezza, contando sul senso di responsabilità di tutti, convinti che tutta la nostra comunità potrà trarre un enorme vantaggio dalla vaccinazione di ognuno.

In caso di ulteriori evoluzioni delle norme nel prossimo periodo,  eventuali aggiornamenti saranno resi noti attraverso il nostro sito istituzionale www.coronavirus.polito.it/

Per eventuali chiarimenti rivolgersi a covid.segnalazioni@polito.it. Per gli aspetti connessi alla privacy: www.polito.it/privacy/

Un cordiale saluto

 

Il Rettore

Guido Saracco

*D.L. 6 agosto 2021, n.111; Circolare MUR 7 agosto 2021; Linee guide Co.Re.Co 19 agosto 2021; Circolare del Ministero della salute del 4 agosto 2021.